Auguri di Natale

O grande Spirito

O grande Spirito, la cui voce sento nei venti,
e il cui respiro dà vita a tutto il mondo,
ascoltami.
Vengo davanti a te, uno dei tanti tuoi figli.
Sono piccolo e debole.
Ho bisogno della tua forza
e della tua saggezza.
Fammi camminare tra le cose belle,
e fa che i miei occhi rispettino
ciò che tu hai creato,
e le mie orecchie siano acute
nell’udire la tua voce.
Fammi saggio, così che io conosca
le cose che tu hai insegnato al mio popolo,
le lezioni che hai nascosto
in ogni foglia, in ogni roccia.
Cerco forza
non per essere superiore ai miei fratelli,
ma per essere abile a combattere
il mio più grande nemico: me stesso.
Fa che io sia sempre pronto
a venire a te con mani pulite ed occhi diritti,
così che, quando la vita svanisce
come luce al tramonto,
il mio spirito possa venire a te
senza vergogna.

Yelloir Lark, capo dei nativi d’America Sioux

Questa preghiera, espressione della spiritualità dei nativi d’America, esprime lo spirito del Natale, un Natale interculturale.
Riconoscere la ricchezza dell’incontro tra culture e tradizioni diverse e praticarlo-
Apertura e accoglienza del nuovo, del diverso, dell’inatteso, dell’imprevisto.
Esperienza di silenzio e di interiorità;
esperienza di relazione con gli altri e con il cosmo,
coi ritmi naturali.
Semi di luce da riconoscere e nutrire in sè stessi e nel mondo.
Una luce che si riduce al minimo
e momento dopo momento, giorno dopo momento si espande.
Esercizio di fiducia.
Buon Natale di fiducia, di buone pratiche , buon Anno nuovo.
Mariolina